I valori che muovono tutte le nostre azioni e alla base dei nostri progetti sono il rispetto dei diritti umani e delle diversità, la nonviolenza attiva, l’auto-organizzazione e la reciprocità. Il rispetto dei diritti umani: crediamo fermamente che “Ogni essere umano, per il solo fatto di essere nato, ha diritto alla salute, all’alimentazione, all’educazione, ad un’abitazione e ad una esistenza degna. Ogni essere umano ha il diritto alla felicità e alla pienezza della propria esistenza”. Per questo il rispetto dei diritti umani e delle diversità (di genere, di idee, credenze e religiose) sono uno dei punti fondanti di tutto quello che facciamo.

La nonviolenza:può essere intesa quale sistema determinato di concetti morali che rifiutano la violenza e come strategia di lotta consistente nella denuncia sistematica di ogni forma di violenza esercitata dal sistema. Riconosce tra i propri antecedenti le azioni sviluppate dal Mahatma Ghandi, da Martin L. King e da Kwame Nkrumah. A differenza del pacifismo, che è una denuncia contro l’armamentismo, la nonviolenza si costituisce come un metodo di azione e uno stile di vita.

L’Auto-organizzazione: prevede che ogni progetto coinvolga la popolazione del luogo. La comunità locale si organizza per rispondere alle esigenze sentite da tutti, facendosi carico in prima persona di ogni aspetto dell’iniziativa e collaborando attivamente con la sede italiana. L’Associazione per conto suo, appoggia la comunità locale con fondi e materiali.

La Reciprocità: si intende invece che chi riceve aiuto si impegna a sua volta a darlo ad altri, in svariate forme. Le forme di aiuto prevedono però una “reciprocità attiva”, cioè una formazione che evita qualunque forma di assistenzialismo. In tal modo si consente l’effettiva crescita, lo sviluppo e l’indipendenza delle popolazioni e delle comunità locali.

© 2016 Diritti al Cuore. All Rights Reserved.

Accesso Utenti