I volontari a Dakar; Giole

Image 1Gioele Gaboardi, 21 anni. Studente frequentante il terzo anno del corso triennale di Biotecnologie alla Sapienza: Mi attrae tutto ciò che è alieno e diverso da me: cultura e lingua Giapponese, Africana, Sud Americana ecc.…. Mi diletto a catturare Pokemon e a collezionare Dinosauri. La musica, la lettura, lo studio allietano le mie giornate più monotone e stancanti.

Ho conosciuto DAC grazie a un invito incrociato ad uno dei corsi di volontariato: era destino XP
 
Il viaggio in Africa è sempre stato una sorta di sogno nel cassetto. Quando ero ancora innocentemente e puerilmente ammaliato dalla "socialmente impegnata" idea di fare il medico volontario in Africa, il mio cervello viaggiava e gioiva all'idea di prestare servizio in terra Africana. Ora questo desiderio si sta concretizzando e con una delle associazioni migliori del mondo, altro che Emergency o Medici senza frontiere XP 
Durante la missione avrò il piacere di fornire supporto psico-emotivo a chiunque sia giù di corda: farò il cazzaro pe capisse. Per quanto riguarda le public relationship e la parte seria darò supporto all'equipe sanitaria durante le visite e a quella logistica per ogni evenienza che si presenterà.
Mi sono ripromesso di non farmi aspettative: rischiano di rovinarmi l'esperienza e di non farmela vivere a pieno. Ma paradossalmente se c'è qualche vera aspettativa è proprio quest'ultima: vivere giorni meravigliosi e indimenticabili. Spero con tutto il cuore che queste mie speranze non vengano deluse, ma le premesse sono ottime e come dicono gli arabi: INSHALLAH
 
I timori sono i soliti che si possono sperimentare ogni qual volta ci capita di avventurarci nell'ignoto: la paura del non conosciuto, l'ansia della lontananza da casa e dalle carote sbucciate di mamma, il terrore di soffrire terribilmente di mal d'Africa ecc...
 
Non vedo l'ora di passare questi 18 giorni in compagnia di persone fantastiche e immerso in un ambiente magico, catartizzante, purificante….