Primi giorni della missione di formazione

IMG 20180427 182932Giovedì 26 aprile 2018

Buongiorno e buon giorno 0, il countdown è finito.
La sveglia, sempre troppo precisa, scocca alle 8h30. Sto ancora infilando cose nella valigia e mi rendo conto a malapena di quello che sta succedendo: l'arrivo a Dakar è previsto per QUESTA sera.
Dopo varie chiamate e chilometri, mi incontro con Franca e super sorridenti ed emozionate iniziamo a fare l'elenco delle cose messe in valigia e quelle dimenticate, che a volte sembrano quasi più numerose di quelle messe!
Ricorderemo sicuramente per tutto il viaggio i ceci libanesi abbandonati a se stessi a casa di Franca, che avrebbero sicuramente riempito il nostro pancino con del buonissimo hummus. 
Direzione aeroporto con breve sosta per un caffè e pettorine per salutare Giovanni; visita turistica a vuoto per Fiumicino, cercando il parcheggio per la lunga permanenza e scherzando successivamente con l'autista della navetta per il peso spropositato delle nostre valigie: "i mobili".
Aereo leggermente in ritardo; pausa caffè e relax fino all'imbarco e partenza per Lisbona insieme ai fantastici piloti della TAP che hanno preso, a quanto pare, lezioni di volo per aeroplanini di carta. Una passeggiata per l'aeroporto portoghese, una "salad", un gelatino e una partita "al giochino con le palline" e ci imbarchiamo nuovamente: destino Dakar, questa volta.
Arriviamo puntuali, qualche turbolenza e segno di stanchezza, ma l'emozione è tanta soprattutto per me quando mi dirigo verso il servizio immigrazione per ricevere il mio primo timbro sul passaporto!
Malick purtroppo non è arrivato e la Sim senegalese non è attiva quindi, dopo aver preso una nuova Sim e avvertito il nostro amico ci rilassiamo con un altro caffè, questa volta però in un altro continente. Le ore di adrenalina iniziano a diventare distanti, la stanchezza si fa sentire. 
È mezzanotte ora locale. 
L'attesa continua anche dopo l'arrivo di Malick, stiamo aspettando Bepi che giungerà con l'ultimo aereo della giornata alle 3; carichiamo i bagagli circondati da umidità ed un'aria al sapore di mare e si va a casa. 
Ore 4h30 ci accoglie Serena: possiamo andare a dormire finalmente.

Venerdì 27 aprile 2018
La mia sveglia non esiste: mattina dedicata al riposo, prima di iniziare ad immergerci nella missione dobbiamo ricaricare le pile. Colazione e incontro con le ragazze della casa, una ad una, sorridenti, ci accolgono e ci danno il benvenuto. 
Umidità, zanzare e sole.
Pranziamo ma partecipa solamente Joëlle al pasto assieme a me, Franca, Bepi e Serena perché le altre ragazze stanno studiando. Dopo pranzo un caffè, qualche "Ndir" ed un briefing delle giornate seguenti, le chiamate da fare, le persone da vedere ma soprattutto il menù per la cena! Il pomeriggio è dedicato alle compere: supermercato, mercato della verdura e della frutta e mercato del pesce sul lungomare di Dakar.
Il traffico è tanto, la guida dei taxista è spaventosa ma ha quel nonsoche che ti fa sentire al sicuro, forse perché lui ci sa fare e anche se suona a destra e a manca in fondo conosce la sua città. 
A casa Bepi sta parlando con Malick a proposito della documentazione da portare per l'appuntamento con il sindaco, del contratto per Yassine e del progetto ambientale, ma purtroppo noi ragazze non siamo riusciamo a salutarlo al nostro rientro. Prepariamo il pesce, le patate, un misto di crudité e panzanella per la cena con Mame Ciré, Thième e le ragazze. Dopo cena ci ha raggiunto anche Charles e tra una tisana e un caffè abbiamo parlato del più e del meno. 
Una serata piacevole, cibo delizioso e ottima compagnia. Le ragazze, un po' timide, sono super simpatiche e sorridenti. 

Servizio Civile

NEWS ED EVENTI

Sensibilizzazione sulla tubercolosi, seminario in Senegal

Sensibilizzazione sulla tubercolosi, seminario in Senegal

Nel quadro del progetto  “Khamko Doyna – Basta saperlo”, volto a diffondere informazioni e servizi sanitari nelle comunità rurali del Senegal, i referenti locali Pape e Thierno hanno svolto numerose...

Uova di Pasqua solidali

Uova di Pasqua solidali

In questo periodo di difficoltà e di impossibilità di spostamenti le attività di diritti al cuore stanno andando avanti, rimodulate nella forma ma non nella sostanza. In Senegal ad esempio...

News sul Servizio Civile Universale da parte del Dipartimento

Servizio Civile Universale: le circolari su come gestire l’emergenza COVID-19 Pubblichiamo a seguire tutte le circolari del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale in ordine cronologico...

I nostri volontari in Senegal: Amir

I nostri volontari in Senegal: Amir

Diritti Al Cuore si impegna ogni giorno per fare un passo avanti verso il mondo che vorremmo e non sarebbe possibile senza la forza di volontà e la dedizione dei...

« »

 

 

© 2016 Diritti al Cuore. All Rights Reserved.

Accesso Utenti