La nostra Doc a Dakar: Tania

Foto Tania

Da domani iniziamo a pubblicare le.impressioni che I nostri volontari a Dakar ci scriveranno. Oggi vi presentiamo l'altro.medico a Dakar, Tania, responsabile in Italia del progetto Salute migrante.

Nome, età, professione e interessi: Tania, 30 anni, medico! Mi piace ascoltare, leggere, e mi piace collaborare con Diritti Al Cuore!
Quante  volte sei  partita per il Senegal? Questa sarà la mia quarta missione!
Cosa ti aspetti dal gruppo? Con alcuni componenti del gruppo ho già fatto una missione, altri sono alla loro primissima e posso capire la loro emozione e anche quel pizzico di ansia che c'è sempre alla vigilia della partenza. Non dico che per me non sia più così, anzi! Ogni missione è diversa e per questo speciale, e non vedo l'ora di affrontarla. Sono sicura che il gruppo sarà affiatato e che lavoreremo sodo perchè so quanto i miei compagni tengono ai progetti di DAC!
Cosa ti aspetti da questo viaggio? Di ritrovare quel clima di condivisione e rispetto reciproco che ho sempre respirato con i collaboratori locali e con il gruppo; conoscerò le nuove ragazze del progetto Fatou e rivedrò Joelle, già nel progetto da un anno, che stimo tanto e con cui spero di legare di più. Lavorare fianco a fianco con loro è sempre stimolante. Spero che tutti i bimbi sostenuti a distanza vengano a farsi visitare e siano accompagnati dai genitori, perchè vorrebbe dire che il lavoro di Diritti Al Cuore in questi anni ha gettato le basi per migliorare davvero le loro condizioni di salute.
Cosa auguri alle.persone che partono perbil Senegal la prima volta? Di non avere paura del nuovo ma di buttarsi a capofitto in questa avventura.
Quali sono gli obiettivi di questa missione? Oltre alle consuete visite mediche, in cui visiteremo sia i bimbi del sostegno a distanza che non, abbiamo in programma un seminario sulla rianimazione cardio-polmonare per le studentesse e di affrontare ancora il tema dell'igiene e della prevenzione con le mamme di Dakar e dei villaggi rurali. È in fase di start up un progetto che vede la collaborazione di promotori della salute, figure specializzate e formate che si occuperanno di diffondere i principi di salute e igiene nei villaggi rurali, ancora molto indietro rispetto a queste tematiche. Il nostro ambulatorio a Keur Marietou è quasi
pronto! Stiamo selezionando l'infermiera e a breve sarà aperto per i bimbi dell'asilo! È sempre emozionante visitare tra quelle  mura e pensare a quanti passi in avanti sono stati fatti in questi anni. Insomma, questa missione sarà ricchissima di cose da fare, da vedere, da sentire e sono carichissima!
Cosa non vedi l'ora di? C'è una frase che ormai è come un mantra per alcuni di noi, un porta fortuna, ed è "Non vedo l'ora di rivedere il cielo di Sossop".

Servizio Civile

NEWS ED EVENTI

Sensibilizzazione sulla tubercolosi, seminario in Senegal

Sensibilizzazione sulla tubercolosi, seminario in Senegal

Nel quadro del progetto  “Khamko Doyna – Basta saperlo”, volto a diffondere informazioni e servizi sanitari nelle comunità rurali del Senegal, i referenti locali Pape e Thierno hanno svolto numerose...

Uova di Pasqua solidali

Uova di Pasqua solidali

In questo periodo di difficoltà e di impossibilità di spostamenti le attività di diritti al cuore stanno andando avanti, rimodulate nella forma ma non nella sostanza. In Senegal ad esempio...

News sul Servizio Civile Universale da parte del Dipartimento

Servizio Civile Universale: le circolari su come gestire l’emergenza COVID-19 Pubblichiamo a seguire tutte le circolari del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale in ordine cronologico...

I nostri volontari in Senegal: Amir

I nostri volontari in Senegal: Amir

Diritti Al Cuore si impegna ogni giorno per fare un passo avanti verso il mondo che vorremmo e non sarebbe possibile senza la forza di volontà e la dedizione dei...

« »

 

 

© 2016 Diritti al Cuore. All Rights Reserved.

Accesso Utenti